Fondo Zanazzo

Ritratto fotografico in età giovanile di Giggi ZanazzoGiggi Zanazzo (Roma, 1860-1911). Poeta dialettale e studioso di tradizioni popolari romane.
Il fondo, d'interesse romano, è composto prevalentemente di manoscritti e volumi a stampa delle opere di Zanazzo. Su proposta di Francesco Barberi, direttore dell'Angelica, fu acquistato nel 1948 dal Ministero della Pubblica Istruzione per la somma di L. 60.000.
I manoscritti sono stati raccolti e rilegati in 10 volumi (Ms.2410-ms.2420). Fra gli autografi, il manoscritto del 4° (e ultimo) volume delle Tradizioni popolari romane, è il pezzo di maggior pregio: inedito, ma pronto per la stampa, al momento dell'acquisizione, è stato poi pubblicato nel 1960 a cura di Giovanni Orioli. Si segnalano ancora fra gli autografi, oltre agli altri tre volumi (frammentari) delle Tradizioni popolari romane, 14 operette teatrali (alcune in più copie, di stesure diverse) per lo più inedite.
Fra le opere a stampa compaiono la maggior parte delle prime edizioni delle opere di Zanazzo più una numerosa raccolta di ritagli del giornale Il Rugantino, e un Album di ricordi, comprendente anch'esso ritagli di giornali e recensioni delle sue opere.