Patrimonio

1- Marcello Silber, Mirabilia urbis Romae (non prima del 1510);  2- Evangelistario, sec. X; 3- Cesare Rasponi, De Basilica et Patriarchio lateranensi libri quattuor… Romae 1656; 4- Graduale-tropario, sec XI;  5- Willem Jansz Blaeu,  Sphaera stellifera, Amsterdam 1603; 6- [Alonso Chacon, Raccolta di iscrizioni esistenti a Roma e in altre città d’Italia, sec. XVI]; 7- Epistolae sec. X; 8- Gherardo Cibo, Erbario sec. XVI
L'Angelica possiede e tutela circa 200.000 volumi di cui più di 100.000, editi dal XV al XIX secolo, costituiscono il fondo antico della biblioteca. I settori più ricchi, che vengono ancora oggi incrementati in base ad acquisti e donazioni, comprendono opere sul pensiero di Sant'Agostino e sull'attività dell'Ordine agostiniano, la storia della Riforma e Controriforma, raccolte su Dante, Petrarca e Boccaccio, testi di letteratura italiana e sul teatro dal XV al XVIII secolo, edizioni rare (bodoniane , elzeviriane), opere su Roma, periodici italiani e stranieri dei secoli XVII-XVIII.
La Biblioteca possiede inoltre circa 600 pubblicazioni periodiche, italiane e straniere, relative alle medesime discipline.
Strumenti bibliografici e manuali di filologia e linguistica vengono acquistati per la valorizzazione e lo studio delle raccolte.